azioni

Una settimana di lezioni gratis

Postato il

Sei un trader e vuoi capire meglio la teoria delle onde di Elliott, per poi metterla in pratica nei mercati finanziari? Elliott wave international organizza una settimana aperta a tutti, con lezioni pratiche, al fine di imparare e applicare le onde di Elliott come metodo di investimento, clicca qui è completamente gratuito:

 

http://www.elliottwave.com/Free-Events/Trader-Education-Week

0000-ew-logo

 

Annunci

Nuovo servizio azionario Italia e indici azionari

Postato il Aggiornato il

Nuovo Servizio azionario Italia e indici azionari.

Lostudiodeimercatilive amplia l’offerta dei servizi a supporto del vostro trading con un nuovo servizio sui titoli italiani. Verranno analizzati i seguenti titoli:

  • Intesa San Paolo
  • Unicredit
  • Enel
  • Eni

Come per gli altri servizi, una volta ricevuta la quota di abbonamento riceverete un link al quale consultare l’analisi delle onde di Elliott per i titoli coperti dal servizio. Per questo servizio gli aggiornamenti disponibili saranno 3 alla settimana: Lunedi alle 17.00, Mercoledì alle 17.00 e infine Venerdì alle 17.00

Il costo mensile del servizio è di 115 Euro. Clicca qui per iscriverti al servizio (il servizio partirà lunedì 27 Giugno):

  • Azionario Italia

Buy Now Button with Credit Cards

Stessa tipologia di servizio anche per gli indici azionari, con 3 aggiornamenti settimanali (Lunedi, Mercoledì e Venerdì). Gli indici che verranno analizzati sono questi:

  • FTSE MIB
  • DAX
  • S&P500
  • Dow Jones industrial average

Il costo mensile del servizio anche in questo caso è di 115 Euro. Clicca qui per iscriverti al servizio (il servizio partirà lunedì 27 Giugno):

  • Indici azionari

Buy Now Button with Credit Cards

 

 

Nasdaq: situazione tecnica davvero interessante

Postato il Aggiornato il

Nasdaq: situazione tecnica davvero interessante. In questo articolo analizziamo l’indice tecnologico americano NASDAQ.

Nasdaq

Partiamo subito con questa premessa: nel trading ci sta di sbagliare qualche analisi e prendere qualche stop, ma ci sono stop e stop: un piano di trading ben congeniato che ci fa sostenere un risk reward interessante ed un ingresso con il timing corretto non dovrebbe crearci molto “fastidio” anche se l’operazione andasse in stop. Bene l’indice americano NASDAQ fa parte di quelle occasioni che capitano una volta ogni 10-12 anni e che se, accompagnato da una scupolosa analisi e da un buon timing, possono costituire il rendimento di un anno di trading a fronte di un rischio davvero piccolo. Perché affermo questo?

Da un punto di vista squisitamente elliottiano è da tanto tempo che non trovo un indice con questo setup così chiaro, analizziamo quindi i fattori tecnici:

  • Il ciclo rialzista, 2002 – 2016 dovrebbe aver trovato un massimo in area 4.740
  • Il rialzo fa parte di una correzione più ampia ed in particolare è parte di una irregular flat
  • La parte (B) della irregular flat si è conclusa pochi mesi fa.
  • Mi aspettavo una discesa in 5 onde dai massimi
  • 3.895 è stato violato in questa prima onda
  • una discesa sotto 3.895 ha formato un segnale sell anche per la teoria di Dow
  • il rimbalzo tecnico da questo livello non sembra di natura impulsiva

Tutta questa serie di fattori, mi fa pensare che, possa essere in partenza un mercato bear pluriennale ed in particolare l’onda 3 di un primo impulso Sell: se la correzione tecnica fosse davvero una irregular flat potremmo vedere l’indice tecnologico Nasdaq sotto area 500 punti nei prossimi anni. Ma Qual è il piano B?

Il piano B prevede che questa discesa sia un’altra correzione tecnica del mercato e un ultimo allungo con la formazione di nuovi masssimi concluderà il ciclo long. Per cui anche se l’operazione dovesse andare in stop basterà aspettare un nuovo setup sell. Sicuramente l’operazione successiva ripagherà ampiamente lo stop eseguito nel primo tentativo di vendere l’indice

UPDATE 12/08/2016:

La price action sul future era ingannevole, infatti le 5 onde che si vedevano erano parte di una irregular flat ( sull’indice invece lo zig zag era semplice). In questo momento ci troviamo quindi all’interno dell’onda 3 di (5), entro fine anno l’onda si completerà e formerà il massimo del mercato per molti anni.

NASDAQ Composite Index

 

Come riconoscere un impulso da una correzione tecnica

Postato il Aggiornato il

Il caso del FTSE MIB: in seguito alle numerose richieste pervenute sul nostro indice italiano, vi spiego gli indizi che preannunciavano (con molta precisione) la direzione del trend.

In questo articolo andremo strettamente sull’aspetto tecnico. Analizziamo quindi subito il movimento partito nel settembre 2009:

FTSE MIB40 Index

  • in prima posizione troviamo una leading diagonal
  • l’onda 2 non deve mai ritracciare più del 100% dell’onda 1
  • l’onda 3 non può mai essere più corta dell’onda 1
  • in questo caso l’onda 3 è estesa rispetto all’onda 1
  • l’onda 4 non deve invadere il territorio dell’onda1

Notiamo quindi che, la discesa dai massimi di settembre 2009, è di carattere impulsivo ( notate la differenza tra il rimbalzo tecnico 2008 -2009 e la discesa 2009 – 2011). All’epoca però, non potevamo conoscere con esattezza, se questo impulso era l’onda finale di un ciclo: era necessario aspettare il rimbalzo tecnico dai minimi del 2012, andiamo quindi ad analizzare il rimbalzo tecnico 2012 -2016:

FTSE MIB40 Index 2

  • l’ascesa del prezzo non è in 5 onde
  • ad ottobre 2014 il prezzo entra nel territorio del precedente massimo fatto segnare a gennaio 2013: non può essere considerata un’onda impulsiva
  • se non è un’onda impulsiva è una correzione del precedente impulso
  • La fine della correzione tecnica (pochi mesi) fa, non invade il territorio del precedente massimo, confermando il carattere correttivo del rimbalzo

Per cui, il prezzo ci ha dato le indicazione necessarie per tradare con confidenza ( non sicurezza) il nostro indice, ma il lavoro più difficile da fare è analizzare un impulso e capire la correzione tecnica che si sta sviluppando. Solo in questo modo è possibile fare previsioni accurate nei mercati finanziari!

 

Un grafico per il 2016? S&P500 financial sector

Postato il Aggiornato il

Un grafico per il 2016? S&P500 financial sector

S&P 500 FINANCIALS (SECTOR)

Questo indice racchiude tutte le più grandi istituzioni americane (banche / assicurazioni)  all’interno del settore finanziario, a differenza dell’indice principale S&P500 dal 2008 ad oggi questo indice non ha aggiornato i suoi massimi storici. Che cosa ci sta indicando?

  • In primo luogo, il grafico non mente mai, per cui tutti i mass media che parlano o parlavano di ripresa del settore finanziario, non riportano la verità
  • A livello tecnico il movimento sviluppatosi dal 2008 ad oggi è un movimento controtrend di correzione
  • Il trend principale è ancora ribassista
  • La crisi nel settore finanziario persiste ancora
  • Almeno un’altra ondata di vendite, simile a quella del 2008, è all’orizzonte

 

Questo indice, a livello tecnico si sta comportando in maniera perfetta:

Appena intercettato il livello 61.8 di fibonacci rispetto alla discesa del 2008 ha subito invertito la marcia: una discesa al di sotto di area 296 sarà la conferma del nuovo trend ribassista!

keep your money safe.

Se vuoi conoscere meglio i miei servizi visita la pagina:

https://lostudiodeimercatilive.com/servizio-segnali-trading-elliott-wave-contegg-i/

Il nuovo servizio Elliott wave screenshot

Postato il Aggiornato il

lo studio dei mercati live

Se vuoi farti guidare da un professionista nel mondo del trading, il modo migliore è aderire al servizio Elliott Wave conteggi:

Ecco cosa prevede il servizio:

abbonandoti al servizio riceverai i conteggi (via immagine) dei seguenti strumenti:

Forex:

  • EUR/USD
  • USD/YEN
  • GBP/USD
  • USD/CAD
  • AUD/USD

Indici azionari:

  • S&P500
  • DAX
  • FTSE MIB
  • DOW JONES
  • FTSE 100 UK
  • RUSSELL 2000

Commodities:

  • GOLD
  • SILVER
  • OIL

 

 

4 conteggi per ogni strumento partendo dal timeframe WEEKLY, DAILY, H4 e H1.

Riceverai un aggiornamento settimanale dopo la chiusura dei mercati europei il mercoledì sera.

Per ogni strumento verrà specificato il conteggio principale ( main count) ed anche un eventuale conteggio alternativo che, in base all’andamento del mercato, potrà diventare il nuovo conteggio principale.

Inoltre nel grafico del conteggio verranno specificati target e livelli critici o di invalidazione di ogni conteggio.
Di seguito il pulsante con il quale puoi acquistare l’abbonamento mensile al servizio:

  • 1 months

Buy Now Button with Credit Cards

  • 3 months: 10% off

Buy Now Button with Credit Cards

  • 1 year: 20% off

Buy Now Button with Credit Cards