Mondo Forex: qual è l’occasione migliore del momento?

Mondo Forex: qual è l’occasione migliore del momento? in questa analisi analizzeremo il cross GBP / YEN che secondo me, rappresenta la migliore occasione del momento nel mercato Forex.

Quando analizzo uno strumento finanziario per cercare un’opportunità di trading parto sempre dall’analizzare il grafico di lungo periodo dello strumento: in questo caso il cross è GBP/YEN.

Perché analizzo il grafico di lungo periodo?

perché analizzando il grafico di lungo periodo, se il movimento è chiaro, riesco ad individuare un livello “granitico” che il mercato difficilmente riuscirà a rompere.

In questo caso specifico, il grafico di lungo periodo ci offre una grande indicazione tecnica: area 115 potrebbbe essere l’onda finale di un superciclo partito nel 1980 da area 600!! Ma questo non basta perché il conteggio potrebbe anche non essere corretto: che cosa dobbiamo osservare allora  dal minimo del 2012 a 115, per poter cominciare a sviluppare un piano di trading?

  • dal minimo del 2012 mi aspetto una risalita dei prezzi in chiare 5 onde.
  • se il prezzo si sarà mosso effettivamente in 5 onde dai minimi allora il quadro potrebbe diventare veramente interessante:

Osserviamo il grafico di breve termine:

gbp yen

short term GBP YEN

Il movimento sembra effettivamente soddisfare a pieno i requisiti di un movimento impulsivo:

  • onda 1 e onda 5 sono di simile lunghezza
  • onda 3 è estesa e suddivisa
  • il prezzo ha rotto la resistenza della parte alta del canale indicandoci che il movimento non è una correzione

Se allora l’analisi fosse corretta un ritorno dei prezzi verso area 250 nei prossimi mesi / anni non dovrebbe sorprenderci.

 

Annunci

Indice FTSE 100 e GBP: analogie di un crash

Indice FTSE 100 e GBP: analogie di un crash. In questa “free” analysis di oggi analizziamo l’indice inglese FTSE 100 confrontandolo con la sterlina inglese: i risultati sono interessanti.

FTSE100 Index

 

Pochi giorni fa, avevo postato un’analisi sul cross GBP/USD in prossimità del referendum sulla Brexit  indicando che, l’analisi delle onde di Elliott, classificava il movimento di recupero da parte della sterlina  come una correzione tecnica all’interno di un trend decisamente ribassista (nel dettaglio una FLAT CORRECTION). Ora un pattern simile si sta formando sull’indice inglese FTSE 100, semplice casualità o analogia tecnica? Andiamo nel dettaglio di questa analisi:

L’indice inglese FTSE 100 ha trovato un massimo importante nel 2015 attorno ad area 7.130 punti, da allora l’indice si trova in deciso downtrend ed ha già fatto un segnare un declino del 25% rispetto al massimo del suo valore. La probabilità che questo storno sia solo la prima onda di un ciclo ribassista molto più esteso è davvero importante.

Infatti, Il rimbalzo tecnico al quale abbiamo assistito nel 2016 va classificato per il momento come una FLAT Correction (la suddivisione interna per chi usa Elliott è 3,3,5) ed ora l’indice sta affrontando resistenze davvero cruciali per il suo andamento di medio termine.

Se la struttura del movimento tecnico fosse confermata, da una ripresa dello storno in questa settimana di trading, non ci sarebbero più dubbi sulla natura correttiva del rimbalzo in questo 2016 e dovremmo aspettarci un forte movimento da parte del prezzo simile a quello avvenuto sul cambio correlato GBP / USD: ecco l’immagine del cambio:

gbp usd

Un altro aspetto molto importante da considerare è questo: Il “danno” finanziario si manifesta prima nel mercato monetario e poi negli indici azionari, questo perché un oscillazione prepotente del cambio mette in crisi le dinamiche dell’economia reale in primis e poi le speranze degli investitori ( motore dell’andamento azionario).

Chi ha un’ottima capacità di osservazione avrà sicuramente  notato che, anche nel 2008, la volatilità nel mercato Forex aumentò in maniera considerevole prima dello storno dei mercati azionari.

Una strana casualità anche questa oppure un’analogia da sfruttare?

Update 12/08/16:

La price action ha smentito l’ipotesi di una flat per l’indice inglese. attualmente si sta sviluppando l’onda 3 dell’ultima onda primaria (5) del (B). Questo rally è semplicemente dovuto alla svalutazione della sterlina. Una volta che saranno raggiunti nuovi massimi e la sterlina comincerà il rally per l’indice inglese ci sarà l’inizio del mercato sell

 

 

 

 

 

 

Nuovo servizio azionario Italia e indici azionari

Nuovo Servizio azionario Italia e indici azionari.

Lostudiodeimercatilive amplia l’offerta dei servizi a supporto del vostro trading con un nuovo servizio sui titoli italiani. Verranno analizzati i seguenti titoli:

  • Intesa San Paolo
  • Unicredit
  • Enel
  • Eni

Come per gli altri servizi, una volta ricevuta la quota di abbonamento riceverete un link al quale consultare l’analisi delle onde di Elliott per i titoli coperti dal servizio. Per questo servizio gli aggiornamenti disponibili saranno 3 alla settimana: Lunedi alle 17.00, Mercoledì alle 17.00 e infine Venerdì alle 17.00

Il costo mensile del servizio è di 115 Euro. Clicca qui per iscriverti al servizio (il servizio partirà lunedì 27 Giugno):

  • Azionario Italia

Buy Now Button with Credit Cards

Stessa tipologia di servizio anche per gli indici azionari, con 3 aggiornamenti settimanali (Lunedi, Mercoledì e Venerdì). Gli indici che verranno analizzati sono questi:

  • FTSE MIB
  • DAX
  • S&P500
  • Dow Jones industrial average

Il costo mensile del servizio anche in questo caso è di 115 Euro. Clicca qui per iscriverti al servizio (il servizio partirà lunedì 27 Giugno):

  • Indici azionari

Buy Now Button with Credit Cards

 

 

FTSE MIB: oltre alle onde c’è di più

FTSE MIB: oltre alle onde c’è di più. Analizziamo il momento del nostro indice mettendo da parte l’analisi delle onde di Elliott e osservando altri fattori

Mini FTSE MIB40 Full0616 Future

La teoria dei frattali esiste nel trading? e in che cosa consiste?

In base alla mia esperienza posso affermare che, la teoria dei frattali, trova riscontro nell’andamento dei mercati finanziari ed è alla base di una buona attività di trading: che  cosa ci dice la teoria dei frattali e cosa si intende per frattale?

  • Un frattale è un oggetto geometrico dotato di omotetia interna: si ripete nella sua forma allo stesso modo su scale diverse, e dunque ingrandendo una qualunque sua parte si ottiene una figura simile all’originale

Si può quindi affermare che i mercati finanziari ripetono nel tempo delle forme o pattern che riflettono le emozioni degli investitori?

SI, ma non solo. Si ripetono nel tempo anche i fattori di disturbo o rumore indecisione che caratterizzano l’andamento dei prezzi.

Osserviamo come esempio il nostro indice italiano FTSE MIB: nel rettangolo sono evidenziati i due possibili frattali che il prezzo sta creando: non solo la forma è veramente simile ma anche l’arco temporale necessario per “disegnare” questa forma.

L’andamento dei prezzi di questi ultimi 4 mesi riflette l’indecisione dovuta, secondo gli analisti, ma non secondo gli analisti di Elliott a fattori di disturbo fondamentali:

Tra Ottobre 2014 e Gennaio 2015 il fattore fondamentale di “disturbo” era la possibilità da parte della BCE di implementare politiche monetarie straordinarie di supporto all’economia. Il prezzo in quel periodo non riuscì ad avere un trend lineare ma rimbalzò da resistenza a supporto prima di decidere la situazione.

Potrebbe essere questo un caso analogo per la famosa “Brexit”?

SI, potrebbe, infatti anche in questi 4 mesi supporto e resistenze non sono stati rotti.

La cosa interessante però essenzialmente è questa: quando si forma un frattale di questo tipo nei mesi successivi alla “risoluzione” del frattale osserviamo una fase di trend molto lineare. La fase di trend è però preceduta da una trappola,

Siamo all’interno della trappola proprio in questo momento?

 

5 Fatal Flaws of Trading

The 5 Fatal Flaws of Trading

By Elliott Wave International

Close to ninety percent of all traders lose money. The remaining ten percent somehow manage to either break even or even turn a profit — and more importantly, do it consistently. How do they do that?

That’s an age-old question. While there is no magic formula, Elliott Wave International’s own Jeffrey Kennedy has identified five fundamental flaws that, in his opinion, stop most traders from being consistently successful. We don’t claim to have found The Holy Grail of trading here, but sometimes a single idea can change a person’s life. Maybe you’ll find one in Jeffrey’s take on trading. We sincerely hope so.

The following is an excerpt form Jeffrey Kennedy’s Trader’s Classroom Collection eBook.


Why Do Traders Lose?

If you’ve been trading for a long time, you no doubt have felt that a monstrous, invisible hand sometimes reaches into your trading account and takes out money. It doesn’t seem to matter how many books you buy, how many seminars you attend or how many hours you spend analyzing price charts, you just can’t seem to prevent that invisible hand from depleting your trading account funds.

Which brings us to the question: Why do traders lose? Or maybe we should ask, “How do you stop the Hand?” Whether you are a seasoned professional or just thinking about opening your first trading account, the ability to stop the Hand is proportional to how well you understand and overcome the Five Fatal Flaws of trading. For each fatal flaw represents a finger on the invisible hand that wreaks havoc with your trading account.

Fatal Flaw No. 1 — Lack of Methodology

If you aim to be a consistently successful trader, then you must have a defined trading methodology, which is simply a clear and concise way of looking at markets. Guessing or going by gut instinct won’t work over the long run. If you don’t have a defined trading methodology, then you don’t have a way to know what constitutes a buy or sell signal. Moreover, you can’t even consistently correctly identify the trend.

How to overcome this fatal flaw? Answer: Write down your methodology. Define in writing what your analytical tools are and, more importantly, how you use them. It doesn’t matter whether you use the Wave Principle, Point and Figure charts, Stochastics, RSI or a combination of all of the above. What does matter is that you actually take the effort to define it (i.e., what constitutes a buy, a sell, your trailing stop and instructions on exiting a position). And the best hint I can give you regarding developing a defined trading methodology is this: If you can’t fit it on the back of a business card, it’s probably too complicated.

Fatal Flaw No. 2 — Lack of Discipline

When you have clearly outlined and identified your trading methodology, then you must have the discipline to follow your system. A Lack of Discipline in this regard is the second fatal flaw. If the way you view a price chart or evaluate a potential trade setup is different from how you did it a month ago, then you have either not identified your methodology or you lack the discipline to follow the methodology you have identified. The formula for success is to consistently apply a proven methodology. So the best advice I can give you to overcome a lack of discipline is to define a trading methodology that works best for you and follow it religiously.

Fatal Flaw No. 3 — Unrealistic Expectations

Between you and me, nothing makes me angrier than those commercials that say something like, “…$5,000 properly positioned in Natural Gas can give you returns of over $40,000…” Advertisements like this are a disservice to the financial industry as a whole and end up costing uneducated investors a lot more than $5,000. In addition, they help to create the third fatal flaw: Unrealistic Expectations.

Yes, it is possible to experience above-average returns trading your own account. However, it’s difficult to do it without taking on above-average risk. So what is a realistic return to shoot for in your first year as a trader — 50%, 100%, 200%? Whoa, let’s rein in those unrealistic expectations. In my opinion, the goal for every trader their first year out should be not to lose money. In other words, shoot for a 0% return your first year. If you can manage that, then in year two, try to beat the Dow or the S&P. These goals may not be flashy but they are realistic, and if you can learn to live with them — and achieve them — you will fend off the Hand.

Fatal Flaw No. 4 — Lack of Patience

The fourth finger of the invisible hand that robs your trading account is Lack of Patience. I forget where, but I once read that markets trend only 20% of the time, and, from my experience, I would say that this is an accurate statement. So think about it, the other 80% of the time the markets are not trending in one clear direction.

That may explain why I believe that for any given time frame, there are only two or three really good trading opportunities. For example, if you’re a long-term trader, there are typically only two or three compelling tradable moves in a market during any given year. Similarly, if you are a short-term trader, there are only two or three high-quality trade setups in a given week.

All too often, because trading is inherently exciting (and anything involving money usually is exciting), it’s easy to feel like you’re missing the party if you don’t trade a lot. As a result, you start taking trade setups of lesser and lesser quality and begin to over-trade.

How do you overcome this lack of patience? The advice I have found to be most valuable is to remind yourself that every week, there is another trade-of-the-year. In other words, don’t worry about missing an opportunity today, because there will be another one tomorrow, next week and next month…I promise.

I remember a line from a movie (either Sergeant York with Gary Cooper or The Patriot with Mel Gibson) in which one character gives advice to another on how to shoot a rifle: “Aim small, miss small.” I offer the same advice in this new context. To aim small requires patience. So be patient, and you’ll miss small.

Fatal Flaw No. 5 — Lack of Money Management

The final fatal flaw to overcome as a trader is a Lack of Money Management, and this topic deserves more than just a few paragraphs, because money management encompasses risk/reward analysis, probability of success and failure, protective stops and so much more. Even so, I would like to address the subject of money management with a focus on risk as a function of portfolio size.

Now the big boys (i.e., the professional traders) tend to limit their risk on any given position to 1% – 3% of their portfolio. If we apply this rule to ourselves, then for every $5,000 we have in our trading account, we can risk only $50 – $150 on any given trade. Stocks might be a little different, but a $50 stop in Corn, which is one point, is simply too tight a stop, especially when the 10-day average trading range in Corn recently has been more than 10 points. A more plausible stop might be five points or 10, in which case, depending on what percentage of your total portfolio you want to risk, you would need an account size between $15,000 and $50,000.

Simply put, I believe that many traders begin to trade either under-funded or without sufficient capital in their trading account to trade the markets they choose to trade. And that doesn’t even address the size that they trade (i.e., multiple contracts).

To overcome this fatal flaw, let me expand on the logic from the “aim small, miss small” movie line. If you have a small trading account, then trade small. You can accomplish this by trading fewer contracts, or trading e-mini contracts or even stocks. Bottom line, on your way to becoming a consistently successful trader, you must realize that one key is longevity. If your risk on any given position is relatively small, then you can weather the rough spots. Conversely, if you risk 25% of your portfolio on each trade, after four consecutive losers, you’re out altogether.

Break the Hand’s Grip

Trading successfully is not easy. It’s hard work…damn hard. And if anyone leads you to believe otherwise, run the other way, and fast. But this hard work can be rewarding, above-average gains are possible and the sense of satisfaction one feels after a few nice trades is absolutely priceless. To get to that point, though, you must first break the fingers of the Hand that is holding you back and stealing money from your trading account. I can guarantee that if you attend to the five fatal flaws I’ve outlined, you won’t be caught red-handed stealing from your own account.

Elliott Wave Basic Tutorial

14 Critical Lessons Every Trader Should Know

Since 1999, our Trader’s Classroom editor, Jeffrey Kennedy, has
produced hundreds of actionable trading lessons to help traders spot opportunities
in their own charts. This 45-page chart-packed eBook titled “The Best of Trader’s
Classroom” gives you our top picks: 14 of the best lessons every trader should
see.

Get
Free, Instant Access to The Best of Trader’s Classroom eBook.

This article was syndicated by Elliott Wave International and was originally published under the headline The 5 Fatal Flaws of Trading. EWI is the world’s largest market forecasting firm. Its staff of full-time analysts led by Chartered Market Technician Robert Prechter provides 24-hour-a-day market analysis to institutional and private investors around the world.

Servizio “on demand”

Da oggi è possibile richiedere l’analisi delle onde di Elliott con annessa relazione tecnica per uno particolare strumento.

Riceverete via mail, una relazione tecnica e un’analisi di breve, medio, lungo termine dello strumento desiderato. Il costo è di 30 Euro per singolo strumento:

  • Una volta pagata la quota inviare una mail a filipozze@hotmail.it indicando lo strumento da analizzare

 

 

Elliott wave on demand

Buy Now Button with Credit Cards

3 Cross uno stesso messaggio

3 Cross uno stesso messaggio: la forza di USD porterà alla consacrazione della deflazione?

Analizzando tre cross importanti del mondo Forex, ho notato che la ripresa delle loro quotazioni rispetto al dollaro americano era accomunata da uno stesso fattore:

Il rimbalzo tecnico non è impulsivo ma bensì correttivo: potrebbe essere una casualità?

Nel mondo del trading c’è da aspettarsi di tutto ma le casualità non esistono. Esistono invece indizi che il prezzo lascia sulla strada e che ci aiutano a fare delle previsioni sull’andamento futuro del prezzo. La cosa più importante quindi è questa:

Se l’analisi fosse corretta nei prossimi mesi dell’anno ci sarà una forza relativa superiore di dollaro americano contro GBP NZD e CAD. Si parla sempre di forza relativa perché, in base al sentiment del mercato, non possiamo affermare che il dollaro americano sarà forte contro tutte le valute : dipende da caso a caso. Ecco i conteggi delle onde di Elliott per i 3 cross:

GBP USD:

gbp usd

NZD USD:

nzd

USD CAD:

CAD

Come possiamo notare dai grafici, quando il mercato corregge, il pattern che il prezzo forma, è simile agli altri pattern correttivi dei mesi precedenti: possiamo notarlo bene sui cross NZD USD e GBP USD.Questo comportamento da parte del prezzo non ci deve cogliere impreparati ma anzi, conferma la natura frattale del mercato e la ripetizione di pattern correttivi e impulsivi in modo alternato: una volta finita la correzione, il trend dominante riprenderà il suo percorso in maniera molto più veloce e decisa rispetto alla correzione tecnica precedente.

Mai come in questo periodo allora il mercato Forex ci sta offrendo occasioni chiare e limpide, dopo mesi di mercato nervoso l’andamento dei prezzi potrebbe tornare ad essere molto lineare. Ora non ci resta che aspettare conferma dell’analisi da parte del prezzo ma solo grazie al modello di Elliott arriveremo preparati quando la volatilità tornerà sul mercato Forex