Comprare petrolio è rischioso, ecco perchè

Molte volte, un’analisi intermarket può chiarirci le idee e a differenza dell’analisi sullo strumento principale, il mercato correlato offre una visione più chiara e più facile da seguire. Prendiamo ad esempio la correlazione USD CAD / prezzo del petrolio.

Il dollaro canadese è la valuta più correlata alle quotazioni dell’oro nero ( termine ormai improprio visto le quotazioni del petrolio stesso); a seguire segue la sterlina inglese.

Analizzando la situazione nel mercato Forex si può facilmente capire che il prezzo del petrolio, può scendere ancora di molto, di seguito il cross USD CAD:

usd cad

Siamo all’interno di un’onda estesa 3, onda che però non ha ancora raggiunto il target 1.618 rispetto all’onda 1: il target minimo di questa onda è in area 1,59 / 1,6: che cosa ci sta indicando allora questo cross?

Molto probabilmente, il petrolio, non ha ancora trovato un minimo importante e nelle prossime settimane è più probabile una continuazione al ribasso dei prezzi del petrolio con conseguente esplosione di volatilità sul cross USD CAD. State molto attenti quindi nel comprare petrolio, rispettate il trend!

Se volete date un’occhiata anche al cross GBP/USD e vedrete una struttura ancora incompleta ed in fase di sviluppo: 2 indizi fanno una prova?

Annunci

Prima e dopo

Oggi voglio darvi la possibilità verificare la bontà delle mie analisi, ho raccolto per voi gli ultimi articoli tecnici proposti con l’analisi delle onde di Elliott, potete verificare voi stessi come il mercato abbia seguito fedelmente queste analisi, ecco i link:

DAX:

http://www.fabiotroglia.com/dax-siete-pronti-per-il-crollo-14713

S&P500:

http://www.fabiotroglia.com/sp500-come-prendera-la-fine-dei-tassi-a-zero-14640

USD / YEN:

http://www.fabiotroglia.com/usd-yen-dont-buy-the-dollar-14546

AUD / USD:

http://www.fabiotroglia.com/aud-usd-triangolo-in-formazione-14447

EUR / USD:

http://www.fabiotroglia.com/eur-usd-e-se-il-minimo-non-venisse-violato-14311

Nasdaq:

http://www.fabiotroglia.com/nasdaq-la-quiete-prima-della-tempesta-14118

EUR / GBP:

http://www.fabiotroglia.com/eur-gbp-test-del-minimo-prima-di-ripartire-al-rialzo-13896

Petrolio:

http://www.fabiotroglia.com/petrolio-possibili-nuovi-minimi-13501

Intesa San Paolo:

https://lostudiodeimercatilive.com/2015/09/23/intesa-san-paolo-allacciamo-le-cinture/

Unicredit:

https://lostudiodeimercatilive.com/2015/09/02/unicredit-cambio-di-trend-in-arrivo/

ENI:

https://lostudiodeimercatilive.com/2015/08/26/eni-lo-storno-non-e-finito/

APPLE:

https://lostudiodeimercatilive.com/2015/08/12/apple-game-over/

GOLD:

http://www.fabiotroglia.com/gold-loccasione-del-momento-14206

 

 

2 mesi fa vi avevo avvertito

Ecco un mio articolo sul petrolio datato 14 OTTOBRE :

Crude-Oil-Full1115-Future-300x225

http://www.fabiotroglia.com/petrolio-possibili-nuovi-minimi-13501

Chiaro, all’epoca nessuno ci credeva eppure mi ripeterò, a costo di essere banale: chi sa usare bene le onde di Elliott conosceva in anticipo che il movimento del petrolio era di natura correttiva e che ben presto, il trend ribassista sarebbe ripartito con la stessa forza di prima, il motivo è questo:

  • quando in seconda posizione troviamo un triangolo il movimento è sempre una correzione tecnica
  • un triangolo in seconda posizione è sempre un B di un ABC o parte di una correzione più complessa

Ora che tutti parlano del petrolio, it’s time to turn bullish?

 

Crude Oil Full0116 Future

Petrolio: probabilmente vedremo nuovi minimi nelle prossime settimane

Petrolio: probabilmente vedremo nuovi minimi nelle prossime settimane. Il rimbalzo tecnico da area 38 è ancora di natura correttiva.

Oil

Oil

Il Petrolio ha iniziato una forte discesa da area 64 nel mese di Maggio, perdendo all’incirca il 45% del suo valore prima di trovare una base di rimbalzo in area 38 usd per barile. Il rimbalzo tecnico ha portato ad una ascesa fino all’area di resistenza 50 – 51, tuttavia questo rimbalzo tecnico, sembra ancora essere una correzione all’interno di un trend ribassista. La spike, alla quale abbiamo assistito in questi ultimi giorni sopra area 50, è stata quasi del tutto assorbita e una violazione del supporto in area 44 potrebbe dare nuovo slancio al trend ribassista.

Se area 51 non dovesse venire violata potremmo perciò, osservare nuovi minimi nelle prossime settimane, viceversa la rottura della resistenza dovrebbe dare nuovo slancio alle quotazioni fino alla successiva area di resistenza posta a 58 usd per barile. Per il momento però, l’ipotesi più probabile resta sempre quella ribassista, con la formazione di nuovi minimi prima di poter ripartire al rialzo in maniera significativa

Oil WTI: la correzione sta per finire?

Oil WTI: la correzione sta per finire?. La fase di contrazione di volatilità potrebbe finire con la formazione di nuovi massimi relativi.

OIL.WTI.Daily

Il trend ribassista del petrolio sembra aver trovato una base supportiva a ridosso della soglia dei 40 $ al barile: si tratta di un’ inversione di lungo termine, oppure stiamo attraversando una fase momentanea di recupero, prima di intraprendere di nuovo il trend primario ribassista? Dal mio punto di vista si tratta solamente di una fase correttiva, le quotazioni infatti potrebbero trovare un punto di arrivo verso l’area di resistenza posta tra 55,4 e 58 $ dollari al barile, dove la correzione “C” risulta uguale ad “A”. Qualora il rimbalzo dovesse estendersi sopra area 62,3 potremmo considerare area 40 come un’area di inversione di lungo periodo. Nel caso in cui, il trend ribassista dovesse ripartire con forza dai livelli di resistenza citati nuovi target possono essere posti tra 38 e 36 $ al barile.